Quando:
3 novembre 2019@19:00
2019-11-03T19:00:00+01:00
2019-11-03T19:15:00+01:00
Dove:
Teatro Giacosa
Ivrea

(in co-produzione con “EstOvest Festival”)

Busch Trio
Mathieu van Bellen – violino, Ori Epstein – violoncello, Omri Epstein – pianoforte

Programma:
Franz Schubert: Notturno Op. 148, D897
Hans Werner Henze: Kammersonate
Franz Schubert: Trio Op. 100, D929

Protagonista del primo concerto del cartellone 2019-2020 della rassega organizzata dall’Associazione Il Timbro, con il Maestro Stefano Musso alla direzione artistica, sarà il Busch Trio; il nome si rifà a quello di un grandissimo maestro del passato, Adolf Busch e al grande musicista tedesco (naturalizzato statunitense) il Trio è particolarmente legato anche dal violino di Mathieu che è un prezioso Guadagnini del 1783 appartenuto proprio a Busch.
Fin dalla sua formazione, avvenuta nel 2012 a Londra, questo ensemble ha inanellato partecipazioni in sale e festiva tra i più prestigiosi al mondo: lo scorso anno, in occasione di un’esibizione alla Wigmore Hall, The Times ha scritto: «Quello che ha impressionato di più è stata la loro naturale musicalità e la loro unità di pensiero e negli attacchi. Il trio sembrava addirittura respirasse in sintonia».
Nel corso del concerto di domenica a Ivrea, il Trio proporrà un programma che è un vero e proprio viaggio nella musica di due autori come Franz Schubert e Hans Werner Henze, uniti dal linguaggio asciutto, spesso essenziale e, nel
caso di Schubert, caratterizzato da una pervasiva vena tragica.
Il Notturno Op. 148, D897 di Schubert e la Kamersonate di Henze saranno il preludio al vero protagonista della serata, il maestoso Trio op.100 di Schubert. «Scritto in un momento di vera passione da parte di Schubert per il genere cameristico più nobile – si legge nella scheda del concerto stilata dalla musicologa Alice Fumero -, il Trio è un’ampia e
complessa composizione in quattro movimenti di stampo beethoveniano. Robert Schumann se ne innamorò subito, mettendone in risalto l’energia e la drammaticità».
Anche quest’anno verrà proposta al pubblico eporediese la formula consolidata che prevede La “Guida all’ascolto” curata dal maestro Antonio Valentino alle 19, un apericena (nel foyer del Giacosa) alle 19.40 e il concerto alle 20.30.

UNA “ANTEPRIMA” PER IL PUBBLICO
Quest’anno, nell’ottica di rafforzamento dell’aspetto didattico, prenderà il via una collaborazione con la casa editrice Le Mus, che permetterà agli abbonati di ricevere in anticipo rispetto al concerto una breve lettura sulle
musiche in programma e sui loro autori, scritta dalla musicologa Alice Fumero.

ABBONAMENTI E BIGLIETTI
Sia per gli abbonamenti che per i singoli biglietti, sono previste due distinte possibilità: il “pacchetto” lezione-apericena-concerto o il solo concerto.

Rassegna Gli accordi rivelati