Quando:
29 giugno 2019@21:00
2019-06-29T21:00:00+02:00
2019-06-29T21:15:00+02:00
Dove:
Chiesa di San Gaudenzio
Ivrea

Michele Freppaz e Francesco Casolo: “I giorni della neve”
Organizzato da Ij Croass del Borghet e Mondadori Bookstore (Ivrea)

Valle d’Aosta. In un albergo chiuso per la stagione, in un villaggio alpino a 1600 metri, due padri si incontrano. Francesco è un uomo di città, con un’istintiva passione per la montagna;. Michele lassù invece ci vive da sempre, anche se il suo lavoro di nivologo, lo studio della neve, del ghiaccio e delle valanghe, lo ha portato in giro per il mondo.
Perché la neve è molto più di un paesaggio imbiancato o di una pista da sci: è qualcosa di vulnerabile e potentissimo, è libertà, memoria, pace, pericolo.
Unendo osservazione scientifica e vita quotidiana, nostalgia e spirito d’avventura, incanto romantico e fotografica descrizione di questi meravigliosi ambienti naturali, Freppaz e Casolo ci regalano uno sguardo ampio e non idealizzato su ciò che la montagna oggi è realmente.
Senza mai dimenticarsi di quei fiocchi che, mossi dal vento, calano a terra raccontando sempre nuove storie.

MICHELE FREPPAZ, valdostano, insegna all’università di Torino. I suoi studi sui suoli d’alta quota, sulla neve e sulle valanghe, sono tra i più importanti al mondo. Cresciuto in montagna, vive in una località della Valle d’Aosta a 1800 metri di altitudine. Ha partecipato a progetti di ricerca anche sulle Ande, sulle Montagne Rocciose e in Tibet.

FRANCESCO CASOLO, milanese, ha insegnato in uno “Ski Institut”, un liceo di montagna destinato a giovani delle nazionali di sci ed é docente di Storia del Cinema allo IED. E’ autore di vari libri, tra i quali una trilogia bestseller sul mondo degli Inuit della Groenlandia, scritta insieme a Robert Peroni; e “Stanotte guardiamo le stelle” (Feltrinelli 2016) e “I ragazzi hanno grandi sogni” (Feltrinelli 2018), scritti insieme a Alì Ehsani