Teatro Giacosa, Ivrea

Ho perso il filo
mercoledì 13 Novembre 2019 20:45
Teatro Giacosa
soggetto di Angela Finocchiaro, Walter Fontana e Cristina Pezzoli – con Angela Finocchiaro e le Creature del Labirinto – regia di Cristina Pezzoli

Occident Express (Haifa è nata per stare ferma)
giovedì 21 Novembre 2019 20:45
Teatro Giacosa
di Stefano Massini – con Ottavia Piccolo e l’Orchestra Multietnica di Arezzo

Madre Courage e i suoi figli
domenica 1 Dicembre 2019 20:45
Teatro Giacosa
di Bertolt Brecht – con Maria Paiato e Compagnia – drammaturgia musicale e regia di Paolo Coletta

Il rigore che non c’era
venerdì 6 Dicembre 2019 20:45
Teatro Giacosa
di e con Federico Buffa – regia di Marco Caronna

Luca Bono. L’illusionista
sabato 7 Dicembre 2019 20:45
Teatro Giacosa
di e con Luca Bono – regia di Arturo Brachetti

Fausto Coppi. L’affollata solitudine del campione
venerdì 13 Dicembre 2019 19:30
Teatro Giacosa
un progetto di Gian Luca Favetto – con Michele Maccagno, Gian Luca Favetto e Fabio Barovero

After Miss Julie
venerdì 20 Dicembre 2019 20:45
Auditorium Officina H, Ivrea
di Patrick Marber- con Gabriella Pession, Lino Guanciale e Roberta Lidia Di Stefano -regia di Giampiero Solari

Sunshine Gospel Choir. Gospel – Groove – Love – Passion Tour 2019
domenica 22 Dicembre 2019 20:45
Teatro Giacosa
leader e direttore artistico Minister Alex Negro

The Legend of Ennio Morricone
mercoledì 1 Gennaio 2020 17:00
Auditorium Officina H, Ivrea
Ensemble Symphony Orchestra – direzione Maestro Giacomo Loprieno

Up&Down
domenica 12 Gennaio 2020 20:45
Auditorium Officina H, Ivrea
con Paolo Ruffini e gli attori della Compagnia Mayor Von Frinzius – regia di Lamberto Giannini

Manuale di volo per Uomo
venerdì 17 Gennaio 2020 20:45
Teatro Giacosa
di Simone Cristicchi e Gabriele Ortenzi, con la collaborazione di Nicola Brunialti – con Simone Cristicchi – regia di Antonio Calenda

40 Fingers Guitar Quartet
martedì 21 Gennaio 2020 20:45
Teatro Giacosa
con Matteo Brenci, Emanuele Grafitti, Marco Steffè e Andrea Vittori

Destinati all’estinzione
venerdì 24 Gennaio 2020 20:45
Auditorium Officina H, Ivrea
di e con Angelo Pintus

Mi amavi ancora
lunedì 27 Gennaio 2020 20:45
Teatro Giacosa
di Florian Zeller – con Simona Cavallari e Ettore Bassi – regia di Stefano Artissunch

Santa Impresa
sabato 1 Febbraio 2020 19:00
Sala Piero Venesia, Colleretto Giacosa
di Laura Curino e Simone Derai – con Beatrice Marzorati e Davide Scaccianoce – regia di Beatrice Marzorati e Davide Scaccianoce

Fronte del porto
lunedì 3 Febbraio 2020 20:45
Teatro Giacosa
di Budd Schulberg – traduzione e adattamento Enrico Ianniello – con Daniele Russo e Compagnia- regia di Alessandro Gassmann

Passione
venerdì 7 Febbraio 2020 20:45
Teatro Giacosa
di e con Paolo Crepet

Io… super terrone
sabato 8 Febbraio 2020 20:45
Anfiteatro Comunale Angelo Burbatti, Montalto
di e con Pino Campagna

Voci d’amore
giovedì 13 Febbraio 2020 20:45
Sala Emilio Pinchia, Banchette
idea e progetto di Claudio Rastelli- con Diana Hobel e Francesco Prode

La püles ant l’oria
sabato 15 Febbraio 2020 20:45
Sala Piero Venesia, Colleretto Giacosa
Compagnia Teatro Nuovo Ozegna

L’anello forte – anteprima nazionale
lunedì 2 Marzo e martedì 3 Marzo 2020 20:45
Teatro Giacosa
da Nuto Revelli – con Laura Curino e Lucia Vasini – scelte dal testo e regia di Anna Di Francisca IL CONTATO DEL CANAVESE/TEATRO GIACOSA DI IVREA – TEATRO STABILE DI TORINO in collaborazione con Fondazione Nuto Revelli; Archivi del Polo del ‘900; Archivio Nazionale Cinema Impresa – Fondazione Centro Sperimentale di Cinematografia

La paura d’avej coragi
venerdì 6 Marzo 2020 20:45
Salone Municipale, Bollengo
Compagnia I Vagabondi

Maratona di New York
venerdì 13 Marzo 2020 19:30
Teatro Giacosa
di Edoardo Erba – con Fiona May e Luisa Cattaneo – regia di Andrea Bruno Savelli

In me non c’è che futuro. Adriano Olivetti
sabato 14 Marzo 2020 20:45
Salone Municipale, Bollengo
di Gianni Furlani – con Mauro Bertozzi – regia di Gianni Furlani e Mauro Bertozzi

Acqua e sale. Omaggio alle canzoni di Mina e Celentano
mercoledì 18 Marzo 2020 20:45
Teatro Giacosa
F24 Tribute Band

Natasha ha preso il bus
sabato 21 Marzo 2020 20:45
Sala Emilio Pinchia, Banchette
di Sara Rossi Guidicelli – con Ioana Butu e Daniele Dell’Agnola – regia di Laura Curino

Vernia o non Vernia
domenica 22 Marzo 2020 20:45
Anfiteatro Comunale Angelo Burbatti, Montalto
di e con Giovanni Vernia

The Black Blues Brothers
martedì 24 Marzo 2020 20:45
Teatro Giacosa
scritto e diretto da Alexander Sunny – con Ali Salim Mwakasidi, Bilal Musa Huka, Hamisi Ali Pati, Rashid Amini Kulembwa e Seif Mohamed – coreografie Mlevi Electra Preisner e Ahara Bischoff

Alle 5 da me
giovedì 2 Aprile 2020 20:45
Teatro Giacosa
di Pierre Chesnot – con Gaia De Laurentiis e Ugo Dighero – regia di Stefano Artissunch

A.A.A. fratelli benestanti, signorini, lieve difetto fisico, desiderosi d’affetto, conoscerebbero scopo matrimonio…
venerdì 3 Aprile 2020 20:45
Salone Municipale, Bollengo
Compagnia Der Roche

Gli uomini vengono da Marte, le donne da Venere
martedì 7 Aprile 2020 20:45
Anfiteatro Comunale Angelo Burbatti, Montalto
con Debora Villa

Faber per sempre. Concerto omaggio a Fabrizio De André
sabato 18 Aprile 2020 20:45
Teatro Giacosa
direzione musicale e arrangiamenti Pier Michelatti

Il mestiere del cecchino – Anteprima nazionale
venerdì 24 Aprile 2020 19:30
Teatro Giacosa
testo originale di Roberta Biagiarelli e Luca Bollero – con Roberta Biagiarelli e un altro attore in corso di definizione – regia di Luca Bollero

Ridere
martedì 28 Aprile 2020 20:45
Auditorium Officina H, Ivrea
I Legnanesi

Il Contato del Canavese – Piazza Ferruccio Nazionale 12 – Ivrea – Tel.0125 641161

Global Generation per Morenica Festival 2019

Ad Ivrea, in piazza Ottinetti e presso il Movicentro ZAC ed a Chiaverano, Teatro Bertagnolio, nove appuntamenti di spettacolo dal vivo, con titoli pluripremiati e compagnie professionali per parlare di temi contemporanei con particolare propensione verso tematiche socio-culturali, coinvolgendo diversi partners e rivolgendosi come sempre ad un “nuovo pubblico” con l’obiettivo di ricostruire una comunità a partire dalla condivisione di momenti di spettacolo cui il festival unisce occasioni di formazione, confronto e dibattito, in un’ottica ampia rivolta ad una Global Generation, sottotitolo del Festival per l’edizione 2019/2020.

Il Festival apre mercoledì 11 settembre h 21,30 al Cortile del Museo in piazza Ottinetti ad Ivrea in collaborazione con IvreaEstate per l’accoppiata scienza-teatro di Andrea Brunello in Pale Blue Dot una produzione della compagnia Arditodesìo da Trento, uno spettacolo pieno di passione e riflessione su tematiche scientifiche e climatiche, con la partecipazione di Legambiente.
Venerdì 4 ottobre l’appuntamento è al Teatro Bertagnolio di Chiaverano, con ritrovo anticipato alle h 19,45 per l’inaugurazione del teatro in seguito ai recenti lavori di ristrutturazione ad opera dell’amministrazione comunale. Alle h 21 gli imperdibili Frosini/Timpano da Roma presentano Zibaldino Africano (Acqua di Colonia – prima parte) spettacolo finalista Premio Ubu 2017 come miglior nuovo testo italiano, ed a seguire incontro-dibattito sul fenomeno del colonialismo in Canavese in collaborazione con Davide Gamba del Mondadori Bookstore e L’Archivio Nazionale Cinema d’Impresa di Ivrea.
Il sabato successivo 12 ottobre, lo spettacolo Piccola Società Disoccupata di Beppe Rosso e ACTI Teatri Indipendenti, dai testi di Rémi de Vos con la traduzione di Luca Scarlini, propone la tematica del lavoro in un gioco cinico ed esilarante senza esclusione di colpi.
Stessa tematica nell’appuntamento del 9 novembre sempre al Teatro Bertagnolio con Global work, presentazione del libro di Viridiana Casali nelle letture e nei monologhi a cura di Elena Bonato, Francesca Brizzolara, Renato Cravero, Raffaella Tomellini e della stessa autrice, in un ritratto italiano post industriale partendo da Ivrea Olivettiana, luogo sacro dell’imprenditoria illuminata e sito Unesco 2018.
A fine ottobre ci si sposta al Movicentro ZAC (via Dora Baltea 40, Ivrea) per spettacoli pensati in particolare per un pubblico giovane, come Socialmente (sabato 26 ottobre h 21,30) di Frigoproduzioni dalla provincia della Spezia, vincitore del Premio Anteprima 2015 Pisa, Premio Pancirolli 2014 Milano, vincitore Festival Young Station 2014 di Prato e OFFerta Creativa 2014 di Bologna.
Dalla comunicazione alienata dei social si passa ad un viaggio alla riscoperta della lentezza e del silenzio proposto da Marco Cacciola in Farsi Silenzio (sabato 30 novembre h 21,30) produzione Elsinor (MI) col sostegno di Armunia Centro di Residenza Artistica Castiglioncello.
E sempre allo ZAC sabato 8 febbraio 2020 lo spettacolo Amarsiamorsi del Collettivo Biloura presentato in occasioni internazionali con menzione speciale al Bangkok Theatre Festival nel 2018, tratta di immigrazione, omosessualità, amore e morte nelle riflessioni di Silvia Ribero e Angie Rottensteiner.
Si ritorna al Teatro Bertagnolio di Chiaverano domenica 15 dicembre alle h 17 per lo spettacolo Facciamo che noi saremo realizzato con giovani disabili in collaborazione col Consorzio Servizi Sociali IN.RE.TE. e diverse cooperative sociali e associazioni del territorio, con il coordinamento e la regia di Renato Cravero e Francesca Brizzolara.
Infine in occasione del Giorno della Memoria domenica 26 gennaio 2020 il Festival propone lo spettacolo Cara Anne scritto, diretto e interpretato da Raffaella Tomellini, produzione Viartisti, movimenti scenici a cura di Doriana Crema.
Si chiude sabato 15 febbraio alle h 21 con una festa in memoria di Giovanni Moretti, cui è dedicata l’edizione del Festival, proprio in quel teatro sociale da lui amato, come luogo di rappresentazione e di rappresentanza di una comunità.

Compagnia Andromeda a Chiaverano

Dissimilis a Bosconero

Gli anni passano, i tempi cambiano: e proprio alle “mutazioni” legate allo scorrere del tempo è ispirato il ciclo di cinque spettacoli in programma dal 26 ottobre 2019 al 18 aprile 2020, sempre al sabato sera.
Si parte con un monumento della comicità napoletana, Giobbe Covatta, che con il suo spettacolo 6 gradi riflette su uno dei problemi più sentiti dalla contemporaneità: il riscaldamento globale. Sei gradi centigradi sono quelli che separano il Pianeta dall’estinzione di tutte le forme di vita. In un esilarante viaggio nel futuro Giobbe Covatta prova a immaginare i cambiamenti dell’umanità con un grado in più, con due in più e così via, in un crescendo di situazioni paradossali e di tentativi di rimediare agli errori compiuti dalle generazioni precedenti. 6 Gradi offre una panoramica stralunata del mondo di oggi, ma da uno sguardo diverso: quello dei nostri discendenti, che guarderanno alle nostre abitudini attuali con stupore e con una giustificata dose di risentimento.
Secondo appuntamento il 30 novembre con la più grande monologhista del nostro teatro: Lella Costa. Il tema del suo spettacolo Questioni di cuore è naturalmente l’amore, nelle varie forme assunte negli ultimi trent’anni di storia italiana. Lo spettacolo, infatti, è tratto dalle migliaia di lettere ricevute e pubblicate da Natalia Aspesi su Il Venerdì di Repubblica dagli anni Novanta ad oggi: una sconfinata miniera di spunti sulla coppia, sulla sessualità e sui sentimenti. La prospettiva, inutile sottolinearlo, è doppiamente femminile: da una parte lo sguardo tagliente e ironico di Lella Costa, dall’altra la penna inconfondibile della giornalista che ha recentemente festeggiato il suo novantesimo compleanno.
Il 15 febbraio l’attore e danzatore africano Al Hassane Kone, con lo spettacolo Due gocce nella polvere, porta in scena la sua storia. Una vita divisa in due tempi, proprio come le partite di calcio che sognava di giocare da bambino, in Guinea Conakry. Poi, a vent’anni, tutto sembra interrompersi: Al Hassane è costretto a fuggire dalla violenza, e a ricominciare daccapo. Il secondo tempo della vita è in Italia, tra difficoltà, nuove amicizie e nuovi traguardi, con il cuore proiettato verso il futuro e la memoria piena delle proprie radici. Due gocce nella polvere è uno spettacolo prodotto da Black Fabula, un collettivo di danzatori e attori richiedenti asilo politico ospiti del comune di Almese (TO), con la regia del pittore e artista performativo Beppe Gromi.
Un mirabolante viaggio nel tempo è quello in programma il 21 marzo con La Divina. Dopo il successo ottenuto nella scorsa edizione della rassegna con Piccole Gonne, Alessandro Fullin e la Compagnia NuoveForme portano a Bosconero lo spettacolo che ha divertito le platee dei maggiori teatri italiani.
La Divina Commedia, dopo tanti secoli, non è più il best seller di una volta. Dante-Fullin, per far fronte al calo delle vendite, torna all’Inferno per aggiornare la sua opera. Anche lì, però, molte cose sono cambiate… Una parodia irresistibile e folle, per riscoprire la meraviglia della narrazione dantesca senza mai smettere di ridere.
A chiudere la terza edizione di Dissimilis un importante debutto nazionale. L’attore e regista torinese Simone Faraon, già protagonista dell’applauditissimo Il Ritratto di Dorian Gray nell’ultima rassegna, porta in scena uno spettacolo che riflette su un tema centrale del nostro tempo: internet e i suoi pericoli. 13° Piano. Il lato oscuro del web è un viaggio appassionante alla scoperta dell’impatto che la rete, le fake news, il cyberbullismo e il dark web producono ogni giorno sulle nostre vite, profondamente mutate anche al di là della nostra consapevolezza.

L’ingresso a tutti gli spettacoli prevede un biglietto intero da 14 euro e uno ridotto a 12 euro, con varie formule di abbonamento a partire da 35 euro (3 spettacoli) fino a 65 euro (5 spettacoli con posto riservato in prima fila).
Dissimilis è organizzata da Musa Produzioni con il sostegno di Fondazione Piemonte dal Vivo, il patrocinio del Comune di Bosconero e la collaborazione organizzativa di “L’Officina dell’Arte”.
Al timone della rassegna,  anche in questa edizione, Sergio Cavallaro, direttore artistico della Compagnia NuoveForme.
La compagnia, sempre più affermata sul panorama nazionale, anche quest’anno toccherà Torino nell’ambito della sua lunga tournée. Sarà infatti in scena al Teatro Gioiello dal 12 al 17 novembre con il nuovissimo Suore nella Tempesta. Lo spettacolo comprende nel suo cast, oltre ad Alessando Fullin che ne è anche autore e regista,  comici del calibro di Diego Casale e Tiziana Catalano.
Per acquistare i biglietti in prevendita da quest’anno è possibile rivolgersi alla Libreria Colibrì di Cuorgné o a Infopiemonte in via Garibaldi a Torino. Online, sul circuito Vivaticket, è possibile acquistare anche gli abbonamenti al prezzo di 35 € (3 spettacoli) e 50 € (5 spettacoli)
Per informazioni è possibile rivolgersi al n. 329 4159802, alla mail biglietteria@nuoveforme.com o consultare il sito www.musaproduzioni.it