Venerdì 12 maggio alle 21
rassegna Una volta al mese di Rivarolo Canavese, curata da Faber Teater
Orlando, furiosamente solo rotolando di Armamaxa Teatro.
Un attore in scena, Enrico Messina, una camicia bianca, una tromba e uno sgabello sono gli unici oggetti che accompagnano la narrazione delle avventure dei paladini di Carlo Magno. Uno spettacolo con cui riscoprire il piacere della fabulazione e della fascinazione della parola.
L’ingresso costa € 8 , prenotare scrivendo a info@faberteater.com o chiamando il 349.3323378.
Se volete, prima dello spettacolo cena dello spettatore alla Vinosteria Malgrà, prenotando allo 0124.428065.

Domenica 14 maggio ore 17
 Il sogno di Ariel
In scena: AGHAMA HOPE, BELTRAMO MARIA LUISA, CAPUTO FLORA, IMHONBHIO DORIS, IMHONBHIO OMON, MADDINKA KADY ,MONTANARI AMNERIS, OBASUYI STELLA, O EMMANUEL JOE CHIDINMA , OMORUYI PRECIOUS, PENASSO FERNANDA.
Idea progettuale : ELENA RUZZA , ENZA LEVATE’
Musiche dal vivo : SALVATORE SCIGLIANO
Tracce sonore : NICCOLO’ BUTTIGLIERO
Fotografie e ripresa video a cura di DEEQA MOHAMED
Comunicazione: OLIVIA BUTTAFARRO
Conduzione laboratorio, coordinamento, testi e regia : ENZA LEVATE’, GABRIELLA BORDIN.
INGRESSO GRATUITO Info: cell. 345 4442599
Da un laboratorio rivolto a donne richiedenti asilo provenienti dall’Africa Subsahariana e ospitate all’Hotel Eden con la gestione della Cooperativa Isola di Ariel, condotto con cadenza settimanale da Enza Levatè e Gabriella Bordin della Compagnia Almateatro di Torino, è nato questo spettacolo.
Al gruppo di lavoro hanno partecipato anche alcune donne del sindacato pensionati Cgil di Ivrea, una giovane allieva attrice e un allievo musicista del conservatorio di Aosta.
“Il sogno di Ariel” debutta domenica 14 maggio alle 17 al teatro dell’Oratorio San Lorenzo in corso Massimo D’Azeglio 71. Lo spettacolo sarà replicato altre due volte: a Torino, il 27 maggio alle 18,15 al Il Cubo Teatro, in via Giorgio Pallavicino 35, in occasione del Festival Panafricano e a Settimo Torinese il 28 maggio alle 17.30 nello spazio teatro dell’ Unitre, in via Buonarroti 8/c, per il Forum Donne Settimo.