OMINO web

Varieventuali tra storia e attualità

Cessate le trasmissioni di Radio Rosse Torri nel 1983, la cooperativa rosse torri, costituitasi per “la gestione ed edizione con qualunque sistema di comunicazione di programmi di informazione democratica”, già nel 1984 tentò l’avvio di un giornale quindicinale di informazione locale. Fu chiamato “INFORMATTIVA”, realizzato in proprio con i poverissimi strumenti informatici dell’epoca. Due soli numeri zero, realizzati nel dicembre 1984 e nel febbraio 1985, bastarono per capire che i tempi non erano maturi e le forze non sufficienti.

Tre anni dopo, nel novembre del 1988, nacque varieventuali che ancora oggi, puntualmente, ogni due settimane arriva in edicola e nelle case degli abbonati e nel 2016 ha iniziato l’avventura delle pubblicazioni online. All’inizio fu un “giornale bacheca” in cui associazioni, gruppi, comitati, pubblicavano i propri documenti, scrivevano i propri articoli, aprivano dibattiti e ponevano all’attenzione dei lettori i fatti, gli avvenimenti e i problemi della vita cittadina. La redazione, in questa fase, fu poco più di un punto di raccolta ed organizzazione del materiale prodotto dall’associazionismo, limitandosi a qualche articolo di commento.

La realtà sociale cambiò e anche a Ivrea la partecipazione ad associazioni, gruppi e così via si ridusse sempre più. varieventuali dovette cambiare un po’ faccia e cercò di diventare strumento di stimolo e di riflessione critica sugli avvenimenti. La riunione di redazione diventò sempre di più un luogo di dibattito politico e culturale che, nonostante una buona (e sana!) dose di anarchia, sfociava sempre (a volte incredibilmente) nella composizione del giornale.
E così è ancor oggi: spesso, alle tre del mattino, dopo una lunga domenica passata a riordinare i materiali e ad impaginare il giornale, ci chiediamo come sia stato possibile, ancora una volta, chiudere quel numero.

Società, cultura e spettacoli

La prima parte del giornale, che nella nostra suddivisione interna chiamiamo “società”, si occupa di tutto quanto riguardi il lavoro, l’ambiente, la scuola, le attività di gruppi e associazioni, cooperazione e aiuti internazionali, istituzioni locali e quant’altro accada nel nostro territorio (esclusa, un po’ per scelta e un po’ per evidente impossibilità, la cronaca).
Lo spazio dedicato alla “cultura e spettacoli” riporta gli avvenimenti più importanti di cinema, teatro e musica del nostro territorio, informando anche sugli appuntamenti futuri. E c’è spazio anche per le mostre, i libri, i dischi, i concerti e per le più svariate manifestazioni culturali della zona e del torinese, biellese e Valle d’Aosta.

Le iniziative e il ruolo del giornale

Nel corso della sua storia varieventuali ha veicolato anche diverse iniziative collaterali gestite da collettivi redazionali autonomi quali Mal’aria (giornale dei lavoratori della sanità), Malafemmene (con una redazione tutta femminile), l’osservatorio sull’informazione, varieventuali junior (prodotto dai ragazzi della scuola media di Piverone).
ll tentativo di mantenere un ruolo attivo nella politica cittadina ha assunto per varieventuali la forma dei dibattiti pubblici che negli ultimi anni hanno visto una buona partecipazione dei cittadini. Un ruolo attivo, fortemente impegnato politicamente, ci piace dire “partigiano”, ma non legato ad alcuna forza di partito.

Dopo le vicissitudini del Centro culturale La Serra, la crisi della cooperativa e la sua messa in liquidazione nel 2014, per mantenere in vita varieventuali, nacque l’associazione culturale Rosse Torri che dal 1° ottobre 2014 diventò il nuovo editore del giornale, assumendosi l’onere, economico e non solo, della continuazione della pubblicazione. Un onere che necessita del sostegno di molti. C’è bisogno di tutto: di denaro (perciò accettiamo volentieri sottoscrizioni e abbonamenti) ma anche di persone che scrivano articoli, editino i testi, curino la stampa e la distribuzione (varieventuali è distribuito in abbonamento e in alcune edicole eporediesi) e che ci aiutino ad inventare un’efficace campagna di promozione.
Avanti, c’è posto!

Riferimenti

Direttore Responsabile: G. Sergio Ferrentino
Editore: Associazione culturale Rosse Torri di Ivrea (iscritta al ROC Piemonte il 29/9/2014 n. 24928)
Redazione, amministrazione e diffusione:
via Arduino 43, 10015 Ivrea (TO) – tel. 333 2697780
E-mail: varieventuali@rossetorri.it

Registrazione Tribunale di Ivrea n. 130 del 2.11.1988
Iscrizione registro nazionale della stampa n. 5476 del 29/11/1996

Salva

Salva