Premiate in Sala dorata le migliori foto del concorso di Intercultura “Così vedo l’Italia”

CONCORSO FOTOGRAFICO NAZIONALE FRA LE RAGAZZE E I RAGAZZI INTERCULTURA

Grazie a una originale intuizione dei volontari del Centro locale di Ivrea, da oltre 20 anni gli studenti stranieri, ospitati in Italia grazie ad un programma scolastico di Intercultura, hanno la possibilità di partecipare a un concorso fotografico intitolato “Così vedo l’Italia”.

Ogni mese la giuria composta quest’anno dal fotografo canavesano Diego Castagna, da Arianna Chiaverina per lo ZAC!, Cadigia Perini per varieventuali e volontarie e volontari del Centro locale Intercultura di Ivrea, insieme alla giuria popolare di Instagram, hanno votato la foto del mese fino ad arrivare alla votazione finale che ha decretato le quattro finaliste, tutte ragazze: Elif dalla Turchia, Amy dall’Honduras, Ceren dalla Turchia, Jovana dalla Serbia.

Le ragazze finaliste provenienti dal Veneto e dalla Sicilia sono state ospiti per qualche giorno a Ivrea accolte da famiglie locali. Insieme ai cinque ragazzi Intercultura che stanno trascorrendo il loro anno di studio a Ivrea, hanno visitato la città, il museo [email protected], la chiesa di San Bernardino, i dintorni fino al forte di Bard, e goduto di un breve corso di fotografia, parte del premio per le finaliste.

La premiazione

Giovedì 5 maggio alle 17 nella la sala Dorata del Municipio di Ivrea si è svolta la cerimonia di premiazione condotta dalla giovane volontaria Francesca Pugliese alla presenza del sindaco Stefano Sertoli, del coordinatore Intercultura zona Nord-Ovest Marco Meneghetti, della presidente del Centro Locale di Ivrea, Gloria Defilippi, della coordinatrice del concorso Marilia Pezzotta, della responsabile comunicazione SIlvia Balla, di volontari e volontarie Intercultura Ivrea. Unanime il commento alle foto delle ragazze e dei ragazzi che hanno partecipato al concorso: un grande ringraziamento per aver colto e immortalati pezzi del nostro paese che non sappiamo più vedere e apprezzare, per abitudine, perché non più capaci di sorprenderci davanti ad uno scorcio, un’opera d’arte umana o della natura, davanti ad una bizzarria. Per aver accompagnato le loro immagini con pensieri profondi sulla vita e il nostro paese, dimostrando un grande amore per l’Italia.

Le foto più belle arrivate al concorso di quest’anno saranno in mostra dal 2 al 7 maggio presso il Movicentro, ad Ivrea.

La classica

1a CLASSIFICATA
ELIF YAGCI dalla Turchia a Conegliano
con due foto Scialpinismo sulle Dolomiti e I dettagli

Motivazione: nelle numerose foto inviate Elif ha dimostrato notevoli capacità tecniche e una sensibilità sempre crescente che si percepisce nelle descrizioni che accompagnano i suoi scatti. In “Scialpinismo sulle Dolomiti” il paragone dell’esperienza in Italia con l’esperienza sugli sci, l’alternanza di cadere e rialzarsi e la determinazione, con il supporto della famiglia ospitante, a non mollare mai ci danno l’idea che Elif abbia compreso pienamente l’esperienza con Intercultura! Con la seconda foto, un’inquadratura che da’ un senso di profondità e infinito, invita a porre attenzione e cura ne “I dettagli”, un monito a saper cogliere la bellezza che ci circonda anche nei piccoli particolar

Il suo commento
Scialpinismo sulle Dolomiti
Paragono la mia esperienza in Italia alla mia esperienza nello sci. All’iniziostato molto difficile; c’erano volte in cui avevo paura, ero stanca di cadere e ho pensato di non farcela piu. Tuttavia, sapevo di potercela fare e, con il supporto della mia famiglia ospitante, mi alzavo ogni volta che cadevo e andavo avanti. Amo sia lo sci che la mia esperienza qui, e non ho mai mollato anche se ci sono stati momenti difficili. Al contrario, mi hanno rafforzato.
I dettagli
Ho scattato questa foto a Treviso. Per me questa fotografia ha un significato diverso da quello che sembra: da quando sono venuta qui dovunque giro la testa, sono affascinata dalla bellezza e dall’eleganza. Viaggiando in Italia ho imparato a camminare guardando in su e intorno per potermi concentrare sulla bellezza dei dettagli: un’opera d’arte, un arco, un affresco o un particolare architettonico che qualcun altro è abituato a vedere, a me affascinano, penso che chi ha realizzato queste opere ci tenesse davvero e ci mettesse l’anima. Ecco come vedo l’Italia.

 

2a CLASSIFICATA
AMY ANDONIE dall’Honduras a Siracusa dalla Turchia a Siracusa
con la foto L’Italia è come il mare

Motivazione: la composizione della foto è molto evocativa del rapporto tra l’uomo e il mare e dei sentimenti che suscita: serenità e felicità, ma anche curiosità di scoprire e vivere nuove esperienze, senso di appartenenza. E la mano a fuoco in primo piano, con le piccole conchiglie, sembra quasi suggerire un senso di gratitudine verso i doni che il mare ci offre.

Il suo commento
L’Italia è come il mare. Vedo l’Italia come vedo il mare, pieno di cose nuove da scoprire, opportunità, esperienze. Questa foto è sulla spiaggia di Avola, il paese dove vivo attualmente e sento che rappresenta come mi sento qui. Diverse persone confermano che il mare porta loro serenità e felicità, è così che mi sento quando sono in Italia, mi sento felice, mi sento di appartenere a questo posto, mi porta serenità. Anche se sono lontana dal mio paese e dalla mia famiglia,
mi sento in pace a stare qui con le persone che mi circondano e l’atmosfera che ha la cultura italiana.

 

 

 

 

 

 

3a CLASSIFICATA
CEREN ACAR dalla Turchia a Siracusa
con la foto Pesci volanti

Motivazione: bella l’inquadratura e l’esposizione è ben bilanciata tra ombre e alte luci. Apprezzata anche l’attenzione ai dettagli: guardare in alto non è da tutti!

Il suo commento
Pesci volanti. Quando dico Italia, la prima cosa che mi viene in mente sono le strade strette. Ovviamente penso anche ai negozi e ai ristoranti per le strade. Quello che amo di questa foto sono i pesci ornamentali catturati tra due palazzi, le sedie che la pizzeria mette in strada. Mi è sempre piaciuto passeggiare per le strade d’Italia.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

VINCITRICE GIURIA INSTAGRAM
Jovana Stoikovic dalla Turchia a Siracusa
con la foto Abito di pasta

Il suo commento

L’Italia è il paese della moda a e della pasta, ma avreste mai immaginato questi due simboli nazionali combinati tra loro? Ebbene sì, in questa foto che ho scattato in un negozio di vestiti e bigiotteria a Ragusa, vediamo un manichino raffigurante un’elegante signora vestita di…pasta: farfalle, penne e nidi creano l’abito 100% commestibile di questa particolare figura.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Le foto premiate